martedì 22 maggio 2018

ANTEPRIMA: Cenerentola - ossessione d'amore di Vanessa Vescera




Titolo: Piccola Cenerentola - ossessione d'amore
Autore: Vanessa Vescera
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: chick-lit
Collana: Digital Emotions
Disponibile in ebook e cartaceo
Data di uscita ebook: 23 maggio 2018
Data di uscita cartaceo: 20 giugno 2018
Prezzo ebook: 2,99 € [il romanzo sarà in offerta a 0,99 € fino a domenica 27]
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited


Sinossi: Monica, affascinata da sempre dalla fiaba di Cenerentola, ne desidera una tutta sua. Memore del suo giuramento fatto da bambina, quando lasciava le sue scarpette sparse per Palermo nella speranza che il principe azzurro le trovasse per fargliele calzare; quando si imbatte in un libro di poesie con appuntato solo un nome, Brian Ferrari, decide di assecondare il destino. Arrivata a Bologna per lavorare e sfortunata sia in amore che negli affari, combina guai uno dietro l’altro, ma non si arrende e decide di inseguire il suo folle e ossessivo sogno d'amore. A questo punto, per cercare lo sconosciuto, solo la fata Madrina può salvarla ma se, invece di essere un'anziana signora, fosse un uomo affascinante con occhi blu cobalto da mozzare il fiato?
Questa è la fiaba moderna di una principessa e del suo principe che non indossa un mantello azzurro ma, in borghese, se ne sta al suo fianco lasciandola sbagliare, perché l'amore non deve mai essere rimpianto.

ANTEPRIMA: Leopard Rock. L’avventura della mia vita di Wilbur Smith




 Pagine: 408
Traduzione di Sara Caraffini
Prezzo: € 22


Uno scrittore speciale la cui vita è ricca e avventurosa tanto quanto i suoi romanzi.

Wilbur Smith per la prima volta si racconta: una autobiografia che si legge come un romanzo, in cui l’autore è l’eroe dell’avventura che è stata ed è la sua vita.

Un autore che è un fenomeno globale: oltre 130 milioni di copie vendute nel mondo; 22 milioni solo in Italia.

Un memoir che riunisce in sé i miti, le leggende e i racconti memorabili che hanno ispirato la costruzione dei tanti mondi narrativi esplorati da Wilbur Smith nei suoi romanzi, in un continuo vorticare tra realtà e finzione.



Leopard Rock è un libro appassionante, un racconto epico di una vita ricca di avventure leggendarie. Dagli attacchi dei leoni agli incontri ravvicinati con feroci squali sulla barriera corallina, dalla pesca dei marlin alle giornate nelle miniere d’oro: questo libro è come una corsa a perdifiato tra i miti e le imprese leggendarie di Wilbur Smith.

Wilbur Smith racconta con onestà e grande maestria gli episodi più intimi della sua vita, che sono stati anche di ispirazione per le sue storie. Leopard Rock, dal nome della sua tenuta in Sudafrica, è la testimonianza di uno scrittore dalla vita ricca, avventurosa e appassionante tanto quanto i suoi romanzi.



“Scrivo libri da oltre cinquant’anni. Sono stato abbastanza fortunato da evitare le grandi guerre e non esserne colpito, ma al tempo stesso sono cresciuto tra gli eroi che vi hanno partecipato e ho imparato dal loro esempio. Nella mia vita ho avuto molto spesso fortuna. Ho fatto cose che al momento sembravano spaventose, addirittura disastrose, ma da queste esperienze è nata una nuova storia o una conoscenza più approfondita degli esseri umani e la capacità di esprimermi meglio sulla pagina, di scrivere libri che la gente ama leggere.Ho vissuto una vita che non avrei mai potuto immaginare. Ho avuto il privilegio di conoscere persone provenienti da tutti gli angoli del mondo, sono stato ovunque il mio cuore abbia desiderato e nel frattempo i miei libri portavano i lettori in molti, moltissimi luoghi. Dico sempre che ho fatto scoppiare guerre, dato fuoco a città, e ucciso centinaia di migliaia di persone, ma solo nella mia immaginazione!” Wilbur Smith.



"Wilbur Smith è uno di quei punti di riferimento assoluti a cui tutti gli altri vengono paragonati.”
The Times



"L’azione è la specialità di Wilbur Smith e lui ne è il maestro."
The Washington Post



Biografia dell'autore: nato il 9 gennaio 1933 nella Rhodesia del Nord, l'attuale Zambia, dal 1964, dopo il successo del suo primo romanzo Il destino del leone, Wilbur Smith si è dedicato esclusivamente alla scrittura. Da allora ha pubblicato romanzi che hanno avuto uno strepitoso successo in tutto il mondo: tradotti in 26 lingue, hanno venduto più di 130 milioni di copie. Considerato uno dei massimi scrittori di bestseller e incontrastato maestro della narrativa d’avventura, è stato definito dal “Times” un autore di culto. Nel 2015 ha fondato la Wilbur & Niso Smith Foundation, che si propone di incentivare gli scrittori, promuovere la letteratura e sostenere la narrativa d'avventura. Fiore all'occhiello della fondazione è il prestigioso Wilbur Smith Adventure Writing Prize.

ANTEPRIMA: Percorso italiano. Una storia culturale di Valerio Mero




COLLANA: Saggistica
GENERE: Letteratura
PREZZO: € 3,99
PREZZO Cartaceo: € 11,60
PAGINE: 330
ANNO: 2018, 16 Maggio
ISBN Kindle: 978-618-5330-56-9
ISBN ePub: 978-618-5330-55-2
ISBN Cartaceo: 978-618-5330-58-3


«Volevo utilizzare la letteratura per ricavare un racconto nel racconto, composto da una storia della cultura italiana, da una parte, e una storia dell’Italia modellata sulle interpretazioni degli autori, dall’altra. Ho così ripercorso la storia italiana dagli anni Trenta agli anni Ottanta, attraverso alcune idee estrapolate dai testi e dal cinema di scrittori e intellettuali come Elsa Morante, Primo e Carlo Levi, Pier Paolo Pasolini, Alessandro Baricco, Giorgio Vasta, Nicola Lagioia. In parole povere, ho lasciato che fossero loro a raccontare l’Italia di questi anni».
- L'Autore -



VALERIO MERO nasce a Roma nel 1989, per poi crescere nella periferia bolognese. È laureato in Storia all’Università di Bologna e ha pubblicato alcuni articoli e brevi saggi di ambito storico-letterario. Percorso italiano è il suo primo saggio pubblicato con Genesis Publishing.

CANALI SOCIAL: Pagina Facebook e Youtube




Teaser Tuesday #23




Buongiorno Lettori!
Oggi è martedì ed è tempo di Teaser Tuesday! Questa rubrica consiste nel mostrarvi un incipit di un romanzo che ho in lettura o che mi attende sulla libreria! 

Ci sono alcune piccole regole da seguire:

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso 
  • Condividi un breve estratto da quella pagina 
  • Attenzione a non fare spoiler! 
  • Riporta anche il titolo e l'autore del libro così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro wish-list se sono rimasti colpiti dall'estratto

Oggi vi proporrò l'estratto di un romanzo che ho in lettura, si tratta de La strada per la felicità di Silvia Mango.







"Quella sera l'ho aspettato in cucina. Alice era in camera, ma non mi muovevo dalla mia postazione alla finestra, gli occhi puntati sul viale.
L'ho visto scendere dall'auto e sollevare lo sguardo sulla facciata della casa. Anche quand'era solo, non abbandonava mai la sua espressione accigliata.
L'ho sentito entrare: sapevo che stava riponendo le chiavi dell'auto nel portaoggetti sulla ribaltina, che aveva appoggiato la tracolla The Bridge a terra, che si era sfilato la cravatta e che, nel frattempo, non aveva mai tolto gli occhi dalle valigie. Mi ha raggiunto in cucina."

lunedì 21 maggio 2018

RECENSIONE: Il pipistrello di Jo Nesbo

“L'intuizione non è che la somma di tutte le esperienze fatte. M'immagino che tutto che hai visto, tutto che sai, credi di sapere e non sapevi di sapere siano immagazzinati nel subconscio dove sonnecchiano, per così dire. Normalmente non avverti la presenza di quell'animale dormiente, che mentre se ne sta lì a russare assorbe nuove impressioni, giusto? Ma ogni tanto batte le palpebre, si stiracchia e ti dice: ehi, guarda che quell'immagine l'ho già vista. E ti spiega quali punti dell'immagine sono collegati.





Titolo: Il pipistrello
Autore: Jo Nesbo
Editore: Einaudi Super ET
Pagine: 412
Prezzo: € 13,50

Una ragazza norvegese è stata assassinata a Sidney. Il detective Harry Hole della squadra Anticrimine di Oslo viene mandato in Australia per collaborare con la polizia locale. Ma lui non è tipo da limitarsi a osservare il lavoro degli altri. E presto scopre che l'omicidio della ragazza è l'ultimo anello di una lunga catena. Un quadro a tinte così forti che Harry vede proiettarsi sulle indagini l'ombra minacciosa di alcune figure della mitologia aborigena. In particolare quella di Narahdarn, il pipistrello che reca la morte nel mondo.






Il thriller 



Il pipistrello è il primo romanzo della serie di Harry Hole, pubblicato originariamente in Norvegia nel 1997, ma arrivato in Italia solo nel 2014. Non è solo il primo libro della serie, è anche il primo che Jo Nesbø ha scritto nella sua carriera. 

La storia si svolge in Australia, principalmente a Sidney, dove viene ritrovato il corpo senza vita di una ragazza svedese, stuprata e poi strangolata a morte. Harry Hole, un rinomato poliziotto norvegese, viene coinvolto nelle indagini per aiutare i colleghi australiani a risolvere il caso. 

Un aspetto importante di questo romanzo è che il lettore non solo partecipa alle indagini dell’assassinio ma, grazie ai racconti del poliziotto (partner di Hole) Andrew Kensington, entra in contatto con una parte preziosa della cultura australiana. Kensington infatti è uno dei personaggi principali di questo romanzo; è un aborigeno dal passato difficile e molto turbolento che conosce molti aspetti della storia dell’Australia. 

Un’altra particolarità è quella che, non essendo un romanzo fine a se stesso ma facendo parte di una serie dedicata appunto al poliziotto Harry Hole il lettore scopre poco alla volta i trascorsi di questo personaggio molto particolare; come ad esempio il vero motivo per cui è stato mandato in Australia e allontanato dalla Norvegia. 



“La gente ha paura delle cose che non capisce. E odia le cose di cui ha paura.



Per quanto riguarda i restanti personaggi principali di questa storia, il lettore viene a contatto con una grande varietà di soggetti molto diversi tra loro: il clown gay (dichiaratosi all’età di 10 anni e senza mai aver avuto un ripensamento sul suo orientamento sessuale), un uomo grasso (proprietario dell’appartamento in cuiviveva Inger) con un cane vegetariano, una delle colleghe della vittima (Brigitta – che successivamente diventerà un personaggio saliente), spacciatori, bande criminali, prostitute e spogliarelliste. Tutti straordinariamente descritti nei dettagli. 

Personalmente è un libro che mi è piaciuto molto, si tratta di un thriller psicologico, quindi non lo definirei affatto macabro, ma piuttosto ricco di indizi seminati qua e là che il lettore riesce a mettere insieme solo alla fine, solo al momento in cui Hole capisce chi è il vero colpevole. 

Non avendo mai letto nulla di Jo Nesbø (ma avendolo sempre sentito nominare) continuerò sicuramente nella lettura dei suoi romanzi. Il suo stile è semplice, diretto, accurato e dal ritmo calzante; a mio parere questo è un ottimo romanzo, fruibile da tutti e che non provoca incubi. La sua scrittura è completa, ricca di analessi e flashback; e utilizzando un narratore esterno permette al lettore di entrare in estremo contatto con la storia e la psicologia di ogni personaggio.



“La verità è che nessuno vive di verità e perciò la verità non interessa a nessuno. La verità che ci costruiamo è solo la somma di quel che la gente ritiene accettabile, commisurato al potere che detiene.

sabato 19 maggio 2018

Al conFINE del mondo #32

Buongiorno Lettori!
Finalmente è sabato ed è tempo di "Al conFINE del mondo", la rubrica ideata per terminare la settimana con la frase finale di un libro; perché l'inizio di un racconto è importante, ma nella frase finale è spesso racchiuso il senso di tutto.






"Salgo, nel buio, o nella luce."



Il racconto dell'ancella, Margaret Atwood.

venerdì 18 maggio 2018

5 cose che - 5 personaggi preferiti dei fumetti

Buongiorno Lettori! 
è venerdì e sul blog arriva un nuovo appuntamento con la rubrica ideata dal blog Twins Books Lovers.






L'argomento di oggi è: 5 personaggi preferiti dei fumetti



EMMA


Dal manga "Emma"



ARTE


Dal manga "Arte"



HAYLIN


Dal fumetto "W.i.t.c.h."



MAKOTO (MOREA NELLA VERSIONE ITALIANA)


Dal manga "Pretty Guardian Sailor Moon"



COCO


Dal manga "Kuro"



Quali sono i vostri personaggi preferiti dei fumetti?

Commentate e fatemi sapere!

mercoledì 16 maggio 2018

NOVITÀ POESIA maggio 2018

Titolo: La linea del cielo
Autore: FRANCO BUFFONI


Prezzo: € 16,00
Pagine: 150
In libreria dal 10 maggio 2018

Un libro acceso, vibrante,
in cui dialogano magnificamente una forte intonazione civile e una spiccata vena sapienzale.

Sinossi«Franco Buffoni ha un temperamento e una testa capaci di tenere in sottile equilibrio l’elemento solido e quello volatile dell’immaginazione, della volontà espressiva.» Giovanni Raboni

Franco Buffoni, poeta lombardo che vive a Roma da oltre vent’anni, riflette in questo nuovo libro sulle radici, anche geografiche, della sua ispirazione: dalla Lombardia dei ricordi e dei continui ritorni, alla Roma della Storia e delle storie. E disegna un ideale skyline di guglie e di cupole ripercorrendo i fondamenti della propria formazione letteraria, che va da Sereni a Giudici, da Erba a Raboni, da Bertolucci a Risi, a Zanzotto. Un «viaggio in Italia», si potrebbe dire La linea del cielo, compiuto anche nella forma del tributo implicito, mai esibito, ai grandi autori della poesia italiana. «Se le mie moralità e i miei ideali si trovano maggiormente a loro agio nella linea appenninica», sottolinea Buffoni pensando a Saba, Penna e Pasolini, «i miei sistemi tecnici e le mie norme operative rimangono saldamente legate a quella faccenda di laghi e di discorsi in un gran parco verdissimo che è la poesia in re, prosciugata e scabra, dei miei maestri lombardi.»
Autore tra i più originali e apprezzati della nostra poesia, con La linea del cielo Buffoni dà corpo a un libro acceso, vibrante, in cui dialogano magnificamente una forte intonazione civile e una spiccata vena sapienziale.

Franco Buffoni (Gallarate 1948) vive a Roma. Narratore, saggista, curatore dei «Quaderni di Poesia Italiana Contemporanea», dirige il semestrale «Testo a fronte». Dopo l’Oscar Mondadori Poesie 1975-2012, che raccoglie la sua opera poetica fino a quella data, ha pubblicato Jucci (Premio Viareggio 2015), O Germania e Avrei fatto la fine di Turing.

martedì 15 maggio 2018

Teaser Tuesday #22




Buongiorno Lettori!
Oggi è martedì ed è tempo di Teaser Tuesday! Questa rubrica consiste nel mostrarvi un incipit di un romanzo che ho in lettura o che mi attende sulla libreria! 

Ci sono alcune piccole regole da seguire:

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso 
  • Condividi un breve estratto da quella pagina 
  • Attenzione a non fare spoiler! 
  • Riporta anche il titolo e l'autore del libro così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro wish-list se sono rimasti colpiti dall'estratto

Oggi vi proporrò l'estratto di un romanzo thriller che ho in lettura, si tratta de Il pipistrello di Joe Nesbø.








"Harry strinse il ricevitore umidiccio. Si sforzò di pensare. Evidentemente il suo interlocutore non sapeva che la polizia era al corrente del rapimento di Brigitta e aveva riveduto la sua idea riguardo all'identità dell'assassino. E questo poteva soltanto significare che Brigitta non gli aveva rivelato che stava per incontrarsi con White su istruzione delle forze dell'ordine. Senza saperlo, lui l'aveva sequestrata sotto il naso di una dozzina di poliziotti!"

ANTEPRIMA: La scrittrice del mistero di Alice Basso




Titolo: La scrittrice del mistero
Autore: Alice Basso
Prezzo: € 17,90
Pagine: 320
In libreria dal 26 aprile 2018



Sinossi: Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché le permette di restarsene chiusa in casa a scrivere, in compagnia dei suoi libri e lontano dal resto dell’umanità, per la quale non prova grande simpatia. Ma soprattutto perché così può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. Un’empatia innata dalla quale trae puntualmente vantaggio il capo della casa editrice per cui Vani lavora. Lui sa che solo la sua ghostwriter d’eccezione è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori di thriller del mondo; perché adora i padri del genere giallo, da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Del resto Vani è la migliore e, se deve scrivere di misteri, lo è ancora di più. Persino la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e ha chiesto la sua collaborazione. E non è un commissario qualsiasi ad averlo fatto, bensì Berganza, la copia vivente dei detective di Raymond Chandler: fascino da vendere, impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che Vani e Berganza indagano a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l’altro, tra un colpo di genio e l’altro, qualcosa di più profondo sembra unirli: altrimenti Vani non saprebbe come spiegare i crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l’happy ending va conquistato, agognato, sospirato. E il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Superare l’astio che prova per lui e decidere di aiutarlo è difficile, ma Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e può tessere trame più ordite del più fantasioso degli scrittori.
Grazie a una protagonista unica nel suo genere, Alice Basso si è fatta amare da lettori e librai. Le sue storie a tinte gialle, costellate di citazioni letterarie, creano dipendenza. Dopo il successo di L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore, un nuovo imperdibile romanzo in cui dare vita a un libro, risolvere un caso e accettare di essere innamorati sono tre passi complicati ma insolitamente legati tra di loro.

Alice Basso è nata nel 1979 a Milano e ora vive in un ridente borgo medievale fuori Torino. Lavora per diverse case editrici come redattrice, traduttrice, valutatrice di proposte editoriali. Nel tempo libero finge di avere ancora vent’anni, canta e scrive canzoni per un paio di rock band. Suona il sassofono, ama disegnare, cucina male, guida ancora peggio e di sport nemmeno a parlarne. Con Garzanti ha pubblicato le altre avventure della ghostwriter Vani, L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore.